The legend of Mina
sabato 09 maggio 2020
ore 21.00
L'ultimo concerto

Considerata all'unanimità una delle più grandi interpreti italiane di tutti i tempi, Mina ha lasciato un segno indelebile nella storia della canzone e della televisione italiana. Durante la sua carriera, iniziata sul finire degli anni Cinquanta, ha interpretato e reso celebri brani scritti da Gino Paoli, Lina Wertmüller, Cristiano Malgioglio, Maurizio Costanzo, Franco Califano, Fabrizio de Andrè (che le affidò La canzone di Marinella prima di cantarla lui stesso), Mogol, Lucio Battisti e Ivano Fossati, con il quale ha inciso proprio lo scorso anno un album che continua ad essere in cima alle classifiche. Delle oltre 1500 canzoni che ha cantato nell'arco di vent'anni, ce ne sono alcune che sono entrate a far parte del nostro bagaglio culturale: Il cielo in una stanza, Stessa spiaggia stesso mare, È l'uomo per me, E se domani, Se tu non fossi qui, Se telefonando, Mi sei scoppiato dentro il cuore, Sono come tu mi vuoi, Ma che freddo fa, Non credere, Grande grande grande, Amor mio, Parole parole, Ancora ancora ancora. Un successo, quello di Mina, che attraversa le generazioni: delle numerose cantanti che si sono affermate negli anni Sessanta, è l'unica che continua ad essere amata con un'intensità costante e il cui mito non smette di fare proseliti anche tra i più giovani. Il 1978 è lo storico anno in cui Mina si esibisce dal vivo per l'ultima volta alla Bussola di Marina di Pietrasanta, il locale dove, ad appena 18 anni, salì sul palco per la prima volta. Dalla sua ultima esibizione è nato il doppio album cult Mina Live '78, inserito dalla rivista Rolling Stone tra "i 100 dischi italiani più belli di sempre", con all'interno alcuni dei suoi più grandi successi. Di tutti i suoi concerti, il live alla Bussola è anche l'unico di cui si conservi una ripresa ufficiale.



Giulia Ottonello, classe 1984, ha ottenuto la celebrità in seguito alla vittoria nella seconda edizione di Amici di Maria de Filippi, nel 2002. Da allora ha partecipato a numerose trasmissioni televisive, come Buona Domenica e il Maurizio Costanzo Show, dimostrando di essere una grande performer e specializzandosi, oltre che nel canto, anche nella danza e nella recitazione. Dal 2004 al 2017 fa parte del cast di musical di
successo come Cantando sotto la pioggia, Cats e Cabaret (a fianco di Giampiero Ingrassia) per la Compagnia della Rancia.
Fino ad oggi ha continuato a destreggiarsi tra il teatro, la televisione – che è stato il suo trampolino di lancio, quando ancora i talent erano agli albori – e la sua carriera discografica come solista.



Andrea Albertini, classe 1966, è pianista e brillante direttore d'orchestra. Genovese come la Ottonello, è reduce dal grande successo di pubblico ottenuto in seguito al primo tour italiano di
“Omaggio a Morricone – Musiche da Oscar”, uno spettacolo dedicato al grande maestro e compositore Ennio Morricone, ideato
dallo stesso Albertini ed eseguito dall'Ensemble Le Muse con la partecipazione di Angelica Depaoli. Prima di questo tour, ha diretto la Passione di Cristo durante il decimo festival internazionale di musica sacra a Imperia ed ha collaborato con solisti e orchestre di fama internazionale, esibendosi nei maggiori teatri italiani, e non solo.



L'orchestra The Sonic Factory, capitanata dal Maestro Albertini alla direzione e al piano, ha la particolarità di attuare una commistione tra gli stilemi musicali della musica pop-rock (con la presenza di
strumenti come la chitarra elettrica, il basso e la batteria) e tradizioni musicali più accademiche (pianoforte e quartetto d'archi). A fare da collante, la presenza di un polistrumentista per gli assoli strumentali (sax, clarinetto, flauto). Gli arrangiamenti dei brani sono stati creati ad hoc dai musicisti del Sonic Factory Ensemble, attraverso una rilettura musicale accattivante e
particolare costruita su misura per la voce di Giulia Ottonello. Le intramontabili canzoni della grande Mina viaggeranno musicalmente tra il pop e il classico, tra il ritmico e il melodico della nostra più dotta tradizione musicale, per dare vita ad uno spettacolo nuovo e coinvolgente.



Questo concerto, fortemente voluto da Giulia e dal Maestro Albertini, vuole
essere più di un semplice omaggio alla celebre “tigre di Cremona”. Tornare ad eseguire dal vivo i brani che erano in scaletta durante quel suo ultimo concerto alla Bussola, e che in seguito entrarono a far parte dell'album Mina Live '78, è piuttosto un atto d'amore. Per una vita dedicata alla musica, per la sua voce inconfondibile, per le sue canzoni indimenticabili, e per il pubblico che l'ha sempre amata e negli anni non ha mai smesso di seguirla. Un difficile compito, quello di riportarci a quella sera del 1978, quando Mina donava al pubblico le sue canzoni per l'ultimo live di una memorabile carriera, ma non impossibile, per la straordinaria voce di Giulia Ottonello e per la bacchetta magica di Andrea Albertini e la sua orchestra.


PREZZISPETTACOLO
POLTRONISSIMA VIP € 35,00
POLTRONISSIMA € 30,00
POLTRONA € 25,00
POLTRONCINA € 25,00